Be Forest – Knocturne

 We are extremely happy to announce that five years since the release of Earthbeat, Be Forest returns with their most ambitious and atmospheric album to date—Knocturne. The trio enlisted Steve Scanu to assist with production and mixing duties with mastering courtesy of Josh Bonati to help create the group’s most moody, beguiling and mesmerizing full-length to date.  It was evident since presenting the album’s first single Bengala, with which the Pesaro three piece spins hazy dream keys and chords into a whirlpool of sensations that orbit like constellations of discovery and enlightenment. The b/w video for Knocturne’s opener Atto I allows the audience to behold the grand curtain rising spectacle that bears witness to a specter-like vapor that materializes like a hybrid of smoke, steam and fog that invites the viewer/listener into the void. Be Forest shared the following about audio and visual for the album’s commencement: “We sit as the audience watching on stage what we really are and the abyss in which we need to learn how to swim in.”
Entertaining the allure and intrigues of evening inceptions; Be Forest’s new full-length album navigates the cryptic courses between worlds like the airy and inverted Empty Space, or the cinematic duality of doppelgangers on Gemini, to film-style scores inspired by Kafka-esque stories as heard on K. Sinewy subterranean soundtracks for film thrillers not yet made can be heard on Sigfrido, that then returns the listening audience to the second and suspenseful movement of Atto II. Knocturne is a song cycle that commiserates with our own collective international uncertainty and unease of these current times, bringing breaks in the luster of night—like the fractured Fragment—with the shining beacons of aural light at the end of the tunnel like Bengala, to the dream portrait closer You, Nothing. Those seeking the tangible terrain and audio designed environments of Be Forest’s previous releases are in for a mind, spirit and emotional awakening as the band described in their own words; “It took us a long time to write, record, and finish this album, but it took us even longer to understand its very soul. Unlike our other albums, here there’s no color or geographic place that we can reference: we aren’t in the woods in Norway [as found on the debut record Cold] or in a reservation around a bonfire [like on the second album Earthbeat].”

Costanza Delle Rose (vocals and bass), Erica Terenzi (vocals, drums and Eminent), and Nicola Lampredi (guitar), were joined during the recordings by Steve Scanu, Jack Eden, and Luca Sorbini (who’s as well behind the graphics for the record). Knocturne is now available in the two remaining vinyl versions (transparent with smoke, and black), jewel case CD, and all digital platforms.

Listen/Buy Knocturne [US]

Listen/Buy Knocturne [EU]

 Siamo estremamente felici di annunciare l’uscita di Knocturne, l’attesissimo ritorno dei Be Forest. Dentro a un buio che non è solo notte, in fondo a un buio che non ha mappe, né pareti da raggiungere per aggrapparsi e avanzare verso qualche luce. Nessun riferimento: oltre le mani soltanto questo buio, per galleggiare o per lasciarsi andare. La musica del nuovo disco dei Be Forest si espande in ogni direzione, si immerge nell’oscurità fino a esserne fatta della stessa sostanza. Questo disco è un richiamo nel buio e al tempo stesso la risposta. I Be Forest mancavano dal 2014, dai tempi dell’acclamato Earthbeat, e per il loro ritorno hanno voluto scegliere con cura e pazienza il modo giusto, mettendo a punto un’opera che li rappresentasse dalla prima all’ultima nota, un disco che fosse, innanzitutto, onesto, diretto. Lo si avverte subito dal suono, al tempo stesso più spoglio e più ricco, il più possibile analogico. Nonostante la produzione di ogni traccia sia stata molto meditata e stratificata, i Be Forest hanno raggiunto qui la loro musica più sincera di sempre, pura. “Abbiamo impiegato tanto a scrivere questo album, a registrarlo e finirlo, ma ci abbiamo messo molto più tempo a capirlo noi per primi. A differenza degli altri nostri dischi, non ha un luogo di riferimento o dei colori: non siamo in Norvegia in mezzo a un bosco, né in una riserva indiana seduti intorno al fuoco. All’inizio, pensavamo che questo disco fosse ambientato nello spazio… poi ci siamo sentiti attratti dall’opposto, dagli abissi più profondi, dall’idea di quel buio interminabile. E in un certo senso, questa è stata l’immagine che si è impressa più di tutte in queste canzoni.”
In mezzo a quei riverberi così caratteristici dei Be Forest, tra delay che si sovrappongono, percussioni dolenti e rabbiose, e quella voce come un sussurro in un sogno, Knocturne racconta la necessità di parlare con sé stessi nel modo più leale possibile, dichiarare i propri limiti per poi crescere e diventare ciò che si è, e non ciò che si vuol essere. “I’m waiting myself hidden somewhere in my heart”, canta Bengala. Mentre le ultime parole di You, Nothing, la traccia che chiude il disco, sono: “Looking for a new world / We lost ourselves / Different from all others / We’ve no fear of nothingness”. Knocturne cattura questo sentirsi smarriti nel “tempo di mezzo”: non più bambini, non ancora adulti. “Sun and moon / Split in two […] Which is me? Which is you?” si domanda Gemini. Non a caso, nel primo video tratto da Knocturne, quello per Atto I, c’è un sipario nero che si apre. Noi, raccontano i Be Forest, siamo il pubblico, la vita di tutti i giorni, e sul palcoscenico c’è quello che siamo, l’abisso in cui dobbiamo imparare a nuotare. Knocturne vuole restare sulla linea del sipario, nel mezzo, tra le pieghe del velluto, immerso nel buio, cupo e curioso.

Knocturne è stato prodotto da Steve Scanu insieme ai Be Forest, registrato e mixato da Steve Scanu e masterizzato da Josh Bonati. Oltre a Costanza Delle Rose (voce e basso), Erica Terenzi (voce, batterie, Eminent) e Nicola Lampredi (chitarra), hanno suonato in questo disco anche Steve Scanu, Jack Eden e Luca Sorbini (che ha curato anche le grafiche). Knocturne è disponibile nelle rimanenti versioni in vinile trasparente/smoke oppure nero, jewel case CD e tutte le piattaforme digitali.

Listen/Buy Knocturne [EU]

Listen/Buy Knocturne [US]

admin