Hund release long awaited full length “Matches”

 “The alarm used to wake Nicola up at 6:25, and more or less it would ring at the same time for Nicolò too, while Alessandro used to wake up before everyone else at 5:30. Federico doesn’t remember at all waking up, but he remembers the clear memory of the crappy case he carried his bass in: a soft one too small to cover the headstock, so that he had to wrap it with a plastic bag when it rained. — In the songs of this album is condensed our adolescence; a musical testimony of when we were sixteen and seventeen, defined at eighteen and revised at twenty. The way these songs sound is exactly how we conceived and perfected them at our practice space, meeting there every single week and trying to compromise between our diverse musical tastes. That’s why during the recordings we focused on the live interplay approach to convey the direct spontaneity we wanted. Starting with Is It Really What You Need?, a song that came out during our very first jam; it’s simple and punk, but it marked our beginning and it had to be the first track of the album. For songs like Happy Words and Colored Stones Nicola and/or Federico would come in with an idea that we would then develop as a band: for this specific song music and lyrics are two almost entirely separated creations that using images broadly describe a relationship from its beginning to its end. One could say that the spontaneity and visceral quality of our music is an impulsive outpouring of feelings that are not necessarily negative, but were seen as such at that age in our life. Hello is the perfect example as it’s always been the end to our shows and it’s also the closing track of the album–it’s our way to decompress and dream of a better future.” Matches is Hund’s first full length album and it’s available on Compact Disc and digital.

Listen/Buy the record [US]

Listen/Buy the record [EU]

 “La mia sveglia suonava alle 6.25, allo stesso modo quella di Nicolò, Alessandro invece era quello che si svegliava prima di tutti, alle 5.30. Federico non se lo ricorda, ha però ben fissa in mente la custodia morbida nella quale caricava il basso: una merda totale, era troppo piccola, la paletta rimaneva scoperta e quando pioveva doveva ricoprirla con un sacchetto di plastica. In queste canzoni e in quest’album è sintetizzata la nostra adolescenza, una testimonianza sonora dei nostri sedici e diciassette anni, definita nei diciotto e rivista nei venti. Come suonano queste canzoni è esattamente come le abbiamo concepite e definite in sala prove, trovandoci ogni settimana, e cercando sempre di trovare un compromesso tra i vari gusti dei componenti della band. Durante le registrazioni l’obiettivo era infatti lasciare
inalterato il suono e l’interplay di un live, per rendere tutto l’album spontaneo e diretto. Siamo partiti da Is It Really What You Need? nata dalla nostra prima jam, molto semplice e molto punk rappresenta per noi un inizio, non poteva non essere la traccia d’apertura. In canzoni come Happy Words and Colored Stones Nicola o Federico portavano delle idee iniziali, alcune volte quasi per scherzo, e sempre attraverso jam venivano sviluppate piano piano. In questo caso Il testo e il brano sono suddivisi in due parti quasi a se stanti che parlando per immagini, descrivono una relazione dal suo inizio alla sua fine, nel senso più lato che la parola relazione possa avere. Si potrebbe dire che la spontaneità e visceralitá della nostra musica è alcune volte uno sfogo, sfogo di sentimenti non per forza negativi
ma che alla nostra età venivano visti come tali. Hello ne è l’esempio perfetto: da sempre il nostro finale nei live, lo è anche nell’album, è il nostro modo di scaricare la tensione e sognare un futuro più roseo e meglio retribuito come noise band.” Matches è l’album d’esordi degli Hund ed è disponibile in Compact Disc e digitale.

Ascolta/Compra [EU]

Ascolta/Compra [US]

 

admin